Pesto alla genovese, ecco la ricetta originale
Pesto alla genovese ecco la ricetta originale

Se la pizza richiama Napoli e l’amatriciana Roma, il pesto è inesorabilmente e indissolubilmente legato a Genova.

Il pesto alla genovese è un’istituzione, una bontà culinaria esportata in tutto il mondo e che si trova, soprattutto oltre confine, in numerose varianti differenti, ma naturalmente la ricetta originale è solamente una.

Quella più antica, citata per la prima volta da Giovanni Battista Ratto nella sua opera, “La Cuciniera genovese”, già nel 1800 recita così:

Prendete uno spicchio d’aglio, basilico (baxaicö) o in mancanza di questo maggiorana e prezzemolo, formaggio olandese e parmigiano grattugiati e mescolati insieme e dei pignoli e pestate il tutto in mortaio con poco burro finchè sia ridotto in pasta. Scioglietelo quindi con olio fine in abbondanza. Con questo battuto si condiscono le lasagne e i gnocchi (troffie), unendovi un po’ di acqua calda senza sale per renderlo più liquido”.

Ovviamente l’ingrediente principale è senza dubbio il basilico genovese, ossia tre delle 69 varietà di una pianta annuale della famiglia delle Labiate che crescono spontanee in Asia, Africa e America centrale.

Oggi la ricetta, consolidata dal Consorzio del Pesto Genovese, che tutela questo prodotto e la unicità in tutto il mondo, prevede soli 7 ingredienti: pesto genovese dop, naturalmente, a cui vanno aggiunti olio extravergine di oliva della riviera ligure, Parmigiano Reggiano, Pecorino, Pinoli, aglio e sale.

Potrebbero interessarti

Carnevale con le ciambelline di mele

Un dolce che fa sempre gola ma da sempre abbinato al periodo…

Panna, ecco come montarla alla perfezione

Anche se sembra una delle cose più stupide, di quelle che sono…

Come cucinare qualcosa di veloce

Come cucinare qualcosa di veloce, salutare ma ugualmente gustoso? Capita sempre più…